Chargement Evènements

UNO QUE SA COME RICEVERE NON E MAI SOLO…

Il dono della vita non un merito, è gratuito. Che cosa facciamo con questo dono ? Come valoriamo noi il dono di vedere ? Il dono di sentire, di godere ? Di annusare i profumi del mondo, di ricevere una carezza ? Quando capiamo, nella senso di contenere in sé il principio biocentrico, sentiamo la felicità di essere vivi e di benvenuto ogni giorno con gioia. Al di là dell’ideale, delle idealizzazioni, delle preferenze e gli altri criteri selettivi, tutti gli esseri umani, conosciuti e sconosciuti da noi, vicini o lontani, sono il terreno di coltura della nostra identità. Le loro opere, le loro creazioni, il loro viaggio risuonano nelle nostre passi. Gratitudine verso i nostri fratelli in umanità mette una fine immediata la sensazione di solitudine.

La gratitudine è un efficace antidoto contro il risentimento che siamo in grado di mantenere nei nostri cuori e che offusca la nostra percezione. Ci libera dalla pietà di sé, al punto che si trasforma quello che potrebbe sembrare rassegnazione, nell’accoglienza, nell’adesione a tutto ciò che è. Essa ci colpisce totalmente quando sentiamo profondamente e senza prenotazione, tutti i passaggi che abbiamo messo sul nostro cammino, tutte le esperienze del nostro peregrinare, i nostri errori, i nostri incontri, la nostra scelta…tutto – è il riflesso di un’unica realtà : siamo sempre nel posto giusto, al momento giusto, che è in altre parole, qui e ora.

Questo senso di gratitudine si nutre di saggezza, intima e profonda : tutto è passaggio. Tutto è transitorio, e non è soggetto a controllo dalla la nostra coscienza o dalla nostra volontà. La gratitudine è un abbandonarsi alla sapienza molto più grande dal flusso della vita, in cui il progetto individuale, personale, non ha più significato. La gratitudine non è più soggetta a ciò che noi facciamo per noi stessi, in termini di acquisizione materiali o di qualità. La gratitudine è al di là del merito. È gratuita. Trova la sua origine nella vivencia d’intensa immersione nel flusso della vita, senza opporre resistenza.

La gratitudine proviene di un sentimento di donazione incondizionata di se stessi, in fronte all’ignoto : l’altro, l’impermanenza, l’incontrollabile. Provare, anche se solo per un secondo, la vivencia di Gratitudine in tutta la sua gratuità, può cambiare la percezione che abbiamo di noi stessi, degli altri e della vita.

Per qualsiasi informazione pratica su questo stage, per registrarsi, siete invitati a contattare l’organizzatore direttamente;
Per ulteriori informazioni o per scambiare direttamente con me, potete anche contattarmi via il Formulaire de Contact